Blog

Investire su strumenti alternativi per diversificare il portafoglio

Scritto da

diversificare-portafoglioGli investimenti alternativi, che nel mondo esistono da più di cinquanta anni, sono presenti da diverso tempo anche in Italia.

Ma cosa sono gli investimenti cosiddetti alternativi?

Non riusciamo a dare una definizione univoca, ma in linea generale possiamo dire che sono investimenti le cui caratteristiche tecniche e gestionali sono diverse dagli investimenti tradizionali.

Forse è più facile cercare di capire il concetto di “alternativo” elencando alcune caratteristiche che accomunano questa tipologia di investimenti:

- non seguono un benchmark;

- hanno un potenziale di rendimento alto e quindi un elevato grado di rischio;

- il target di clientela è rappresentato da investitori istituzionali e da privati molto ricchi, visto che il versamento minimo per partecipare è di 500mila euro;

- presentano una scarsa liquidità;

- il gestore è quello che decide gli asset senza vincoli di regolamenti, per cui il risultato finale dipende dalle sue capacità.

Tra gli investimenti alternativi, i più conosciuti sono gli hedge fund, ma ci sono anche i fondi immobiliari, le commodities, il venture capital, i prodotti strutturati.

Sono prodotti che spesso vengono esaltati e altre volte demonizzati.

Infatti presentano un elevato profilo di rischio-rendimento e sono molto dipendenti dalla capacità del gestore.

Comunque sono strumenti che possono aiutare l’investitore a costruirsi un portafoglio diversificato nel rischio, e con buone opportunità. Infatti, avendo una bassa correlazione con gli strumenti tradizionali, gli investimenti alternativi aumentano gli effetti positivi della diversificazione di un portafoglio. Di conseguenza, oggi, gli investitori evoluti e, soprattutto ricchi, non possono non prenderli in considerazione.

Perchè, dunque, investire alternativo?

Il fatto che queste forme di investimento non hanno vincoli di leggi e regolamenti, da un lato sono soggetti ad un aumento del rischio, dall’altro offre dei vantaggi che si traducono in buone possibilità di ottenere un rendimento interessante. Alcune di queste caratteristiche, che possono rivelarsi vincenti, sono la possibilità di adottare strategie non permesse ai gestori tradizionali (per esempio la vendita allo scoperto), la possibilità di operare con i futures e le opzioni, la flessibilità operativa data dalle minori dimensioni dei capitali gestiti, la possibilità di utilizzare la leva finanziaria.

Ricordiamo sempre che, prima di effettuare una scelta di investimento, dobbiamo conoscerne pregi e difetti, così da decidere nel modo più efficiente possibile.

Tags:

ATTENZIONE:

Gli articoli postati su questo sito hanno carattere puramente informativo e non costituiscono un suggerimento di investimento. Qualsiasi operazione finanziaria aperta in base alle informazioni contenute nel presente articolo ricade sotto la sola responsabilità diretta dell'investitore.

0 Commenti

Puoi lasciare un commento.

Lascia un tuo commento